Skip to main content

🗞️ Wow! Siamo sul magazine nazionale ATA di febbraio! 

Di seguito la traduzione completa.

Percorso casa-scuola su misura dei bambini

Il Pedibus si sviluppa: in Ticino il Pedibus intergenerazionale ed il Pedibus Trail tengono tutte le generazioni in forma.

Di Alessia Campestrin

I bambini della linea Pedibus di Bellinzona-Nocca

Il Pedibus è molto diffuso anche in Ticino. Dal 2015 esiste nella Svizzera italiana e oggi ci sono più di 110 linee. “Le Linee devono funzionare per i bambini e si orientano sui loro bisogni e su quelli delle loro famiglie”, dice Caterina Bassoli, coordinatrice Pedibus Ticino dal 2017.  Ad esempio, alcuni percorsi sono utilizzati da cinque bambini, altri da oltre 20. Lo “scuolabus a piedi” va a prendere i bambini â€œdavanti alla porta di casa” ed un adulto che ne è responsabile li accompagna a piedi a scuola insieme. L’attività fisica sveglia i bambini dolcemente e allo stesso tempo stimola il loro sviluppo. Così, grazie al Pedibus, i bambini diventano più autonomi. Ma anche il Pedibus ticinese è in costante crescita grazie all’impegno del Coordinamento ticinese in armonia con il coordinamento nazionale. Nuovi progetti si stanno attualmente sviluppando in Ticino.

Collegare generazioni

Negli ultimi anni, sempre più spesso si incontrano anziani ed anziane sui percorsi Pedibus nel ruolo di accompagnatori/-trici volontari/-e, insieme o al posto dei genitori. Questo Pedibus intergenerazionale è parte di una collaborazione tra ProSenectute e l’ATA. Dopo le prime implementazioni nella Romandia, questo modello di Pedibus è sempre più popolare anche in Ticino. È un bene per la generazione più anziana stare all’aria aperta e a contatto con i bambini. “Inoltre, danno un contributo prezioso ai bambini, alle famiglie e alla società”, spiega Bassoli.

Il primo Pedibus Trail in Ticino

Nel 2023 il Pedibus Trail approderà in Ticino: si tratta di un mix tra caccia al tesoro e percorso educativo, nato nella Svizzera francese nel 2022 come Pedibus Rally. Su diversi pannelli lungo il percorso sono presenti brevi testi informativi e domande. E alla fine si può vincere un premio!

Per Caterina Bassoli è evidente che andare a scuola a piedi sia un arricchimento. Che sia difficile e richieda molta attenzione nel traffico o che sia circondato da splendidi paesaggi: Â«I ricordi sono preziosi per tutti/-e e credo che renderli possibili per i nostri figli sia un dono meraviglioso». Le esperienze personali hanno aiutato Bassoli, cresciuta in una città di milioni di abitanti, ad essere più accorta sulle strade. Â«Poter andare a scuola a piedi ha anche aumentato la mia autostima di bambina. Se i bambini vengono accompagnati in auto, gli si precludono queste esperienze», dice con convinzione. 

Il Coordinamento Pedibus Ticino è molto flessibile nel rispondere alle preoccupazioni e alle richieste delle persone coinvolte. L’anno scorso, ad esempio, sono stati organizzati due incontri formativi per gli accompagnatori/educatrici, gli educatori/educatrici e i genitori oltre che formazioni specifiche per gli insegnanti approvate del DECS in abbinamento alle attività educative Pedibus proposte alle scuole. Caterina Bassoli continua a sviluppare suggerimenti con le risorse disponibili e ha ancora molte nuove idee!

Alessia Campestrin

Alessia Campestrin è tirocinante dell’ATA Svizzera e si ricorda piacevolmente ai suoi percorsi casa scuola a piedi.