La mappa mentale, cusalè?

 http://lamaisondelaplage.tumblr.com

Camminare contribuisce allo sviluppo della percezione spaziale dei bambini. In effetti, il ritmo dei passi è più adeguato all’assimilazione di quanto ci circonda rispetto alla velocità elevata di un’autovettura.

Camminando i bambini fanno attenzione ai diversi elementi per costruire una propria percezione dello spazio circostante (l’insegna della panetteria, la casa del compagno, il parco-giochi, il passaggio pedonale, la pattugliatrice, ecc.). Ciò favorisce una migliore capacità d’orientamento e quindi una maggior autonomia.

Diversi studi mostrano che, più una persona percorre il proprio ambiente a piedi, più è dettagliata la sua mappa mentale. Nelle scienze sociali la mappa mentale è un metodo che permette di rappresentare il nostro spazio vitale tramite il disegno.

Perché non proporre al vostro bambino di fare la propria mappa mentale, disegnando il suo tragitto fino alla scuola e scoprire cosa ci figura?

Secondo Kevin Lynch, 5 elementi dovrebbero essere presenti: le strade di traffico, i limiti, gli snodi (incroci, ecc.), i punti di riferimento (insegne, immobili), i quartieri della città. Sono presenti nella mappa mentale del vostro bambino?


Per maggiori informazioni:

Caterina Bassoli

Coordinatrice Pedibus Ticino

E-mail: ticino@pedibus.ch

Tel: 076 801 16 51