Quando il Pedibus lo inventano i bambini: il caso di Melide, dove il Pedibus diventa un progetto interdisciplinare

A Melide il primo esempio di Pedibus che nasce dalle intuizioni e dalle ispirazioni dei bambini e si concretizza in un progetto di studio. Progetto interdisciplinare che ha coinvolto l’intera classe II elementare dell’istituto per tutto l’anno scolastico ed ha poi coinvolto l’intera scuola, i genitori, il Municipio e tutta la comunità.

Marta è contenta di andare a scuola a piedi perché può chiacchierare con Sofia. Alessandro una mattina ha incontrato per caso i suoi amici Gianni e Oliver ed il percorso gli è sembrato molto più breve. Anche Jonatan vorrebbe incontrare qualche amico sul percorso casa-scuola, ma non incontra mai nessuno…

Se ne parla in classe e la maestra Tina non si lascia sfuggire un’ottimo spunto per il programma scolastico di quest’anno!

Andare a scuola in compagnia, ma anche in sicurezza, è l’obiettivo che subito si vorrebbe raggiungere.

Prima di partire però si dovranno trovare le risposte ad alcune domande…

La prima: come fare ad incontrarsi con i propri amici? Sono i bambini a rispondere: si dovrà sapere dove abitano! Ecco allora un ottimo spunto per imparare a leggere e disegnare una mappa prima, poi addirittura per costruire insieme un plastico tridimensionale con tanto di case, bambini e macchinine. Bussola, Punti cardinali, “casa” e altri temi interessati sono esplorati in classe con la maestra Tina!

Per andare a scuola a piedi tutti insieme sarà necessario anche darsi un appuntamento: diventa indispensabile imparare a leggere l’orologio! E quanti argomenti si collegano all’orologio! L’ora legale, i fusi orari, la geografia…

La curiosità dei bambini non ha limiti, ed in questo progetto viene costantemente stimolata! Mettiamo insieme orari e percorsi e con un po’ di calcoli (integriamo anche la matematica al progetto!), si capisce quando è opportuno partire di casa per arrivare svegli ed in orario all’inizio delle lezioni.

Viene quindi il momento di uscire finalmente per strada e provare a percorre insieme i tragitti individuati sulle mappe, ma… attenzione, sulla strada non mancano i pericoli!

L’attenzione deve essere alta e costante. Attraversare in sicurezza vuol dire fermarsi, guardare ed ascoltare, prima di procedere, proprio come insegna la Polizia.

Una volta evidenziati sulla mappa i percorsi (meglio un po’ più lunghi ma sicuri), le fermate, i punti pericolosi, arriva il momento di presentare al sindaco questo bel progetto, che viene approvato con entusiasmo. 

Il Municipio, lungimirante, promuove un concorso a premi per il disegno sul tema “A Melide camminiamo insieme”, che verrà utilizzato sui cartelli definitivi delle fermate Pedibus e dispensa premi ai partecipanti ma, soprattutto, si impegna a promuovere il progetto anche intervenendo concretamente per mettere in sicurezza le strade adiacenti l’istituto scolastico!

La premiazione è avvenuta tra momenti di commozione e gioia: i disegni erano tutti bellissimi e per la giuria scegliere il vincitore non è stato facile!

Ora mancano da definire solamente i turni degli accompagnatori adulti, fondamentali per la sicurezza delle linee Pedibus, e per settembre tutte le linee di Melide potranno mettersi in movimento, trasformando in realtà il bellissimo progetto dei bambini!

L’esempio di Melide dimostra che il Pedibus, può essere anche un’ottimo spunto da cui partire per affrontare svariate materie di studio. Ponendosi trasversalmente rispetto ad argomenti diversi permette di affrontarli in modo efficace ma divertente, sottolineandone l’aspetto pratico oltre che quello ludico ed aumentando al contempo la sensibilizzazione in materia di salute e sicurezza in relazione alla mobilità sul percorso casa-scuola.

Dimostra anche che i bambini apprezzano il Pedibus e tutti i suoi vantaggi e che “fare il Pedibus” è più facile di quello che si pensa!

Per ora quello di Melide è un caso unico in Svizzera: volete seguire il suo esempio? Il materiale è a disposizione di insegnati e genitori: richiedetelo gratuitamente!

Per maggiori informazioni: ticino@pedibus.ch, T 076 801 16 51 (Caterina Bassoli, Coordinatrice Pedibus Ticino)

La maestra Tina ci racconta come è nato e perché il progetto di studio per la seconda elementare di Melide che ha come filo conduttore il Pedibus: guarda il video breve qui, quello completo qui (i volti sono stati nascosti per garantire la privacy dei bambini).

 

Uno dei cartelli realizzati